Homepage

Ricette Facili e Veloci

Contro la frenesia della vita moderna ecco le mie ricette facili e veloci. Attraverso Infariniamoci propongo ricette facili e veloci per dolci, primi piatti, secondi piatti, antipasti e altro ancora. Mostrerò i miei esperimenti di ricette semplici, facili e sfiziose che tutti possono replicare! Parlerò anche di torte dolci e torte salate, di biscotti, di ricette di pesce tutte accompagnate da foto che mostreranno i passaggi di ogni preparazione. Che poi, diciamoci la verità, in questi anni così frenetici, cosa c’è di più bello di una ricetta facile, veloce, ma davvero buona da mangiare?

[read more=”Leggi Tutto” less=”Leggi Meno”]

Ma andiamo per ordine e parliamo di piatti.

Ricette per dolci

Su Infariniamoci i dolci sono tra i protagonisti, ecco allora le ricette per i dolci veloci e facili da preparare, d’altronde cosa c’è di meglio che finire un pasto con un’eccellenza? Ma parliamo un po’ di storia. I primi dolci, in realtà, erano i frutti maturi, quindi qualcosa di estremamente naturale, ma poi venne in mente a qualcuno di trattarli per conservarli, un po’ il concetto della più moderna marmellata. Furono i Greci e i Romani invece a tramandarsi l’un l’altro l’arte della panificazione, sorsero infatti a Roma moltissimi forni pubblici e finalmente si sostituì la galletta, così dura e senza lievitazione da essere usata come piatto. Nascono così bastoni di pane lievitato al latte, all’olio, allo zafferano. Le prime torte furono semplici focacce di acqua e farina alle quali si incorporavano miele, uova, spezie, burro, cereali, panna e latte, mentre fino ad epoche recenti le torte ‘di campagna’ erano fatte di pasta di pane arricchita in modi diversi, dalla frutta alla marmellata, dai liquori alle spezie. I monasteri nell’epoca appena post feudalesimo furono per anni mandatari di segretissime ricette di biscotti di marzapane, poi nel 1700 troviamo la prima torta conosciuta, la Viennese, e all’inizio dell’Ottocento la Sacher, la prima torta con le uova. Su Infariniamoci, blog di ricette facili e veloci, propongo svariate ricette, per l’appunto, anche per chi si avvicina all’arte dolciaria da poco. Ci sono i muffin con le gocce di cioccolato, di natura anglosassone, le crepes alla nutella e qui si parla della Francia, il tortino al cioccolato e la torta di pere, sabbia zuccherina sul palato, ricette veloci per l’appunto.

Ricette per i Primi

Su Infariniamoci, racconto anche di ottimi primi fatti di ricette facili e veloci da provare magari per cena. Propongo piatti veloci: una pasta con la zucca e il guanciale, ricetta facile da cucinare, che espone, in maniera palese, questi due ingredienti, uno sapido l’altro dolce, perfettamente in connubio tra loro. Guanciale tipico del centro Italia, come ingrediente. La seconda proposta affonda le radici nella cucina tradizionale, per tornare un po’ alla storia della cucina, non c’è tempo che tenga per questo tipo di piatto, è nato con il fuoco e con l’uomo, l’idea di zuppa, in questo caso di lenticchie, legume nobile, buonissimo da mangiare e pieno di sostanze nutritive. Addirittura in un piccolo vademecum sulle abitudini a tavola parla di un servizio alla francese in cui tutti le portate venivano adagiate sulla tavola in contemporanea e tenute in caldo con degli scaldavivande apposite e un servizio alla russa, con i piatti portati in ordine, e quindi con la nascita del primo come lo conosciamo noi, di solito delle zuppe, alcune di esse oggi improponibili come la zuppa di testuggine.

Ricette per i secondi

Nella sezione dedicata ai secondi piatti semplici e veloci propongo accostamenti un po’ contaminati, figli dei tempi moderni. Costine marinate alla birra, bocconcini di tacchino al curry, spezia orientale che tanto è amata nella cucina fusion degli ultimi venti anni e delle ottime zucchine ripiene al forno, con o senza carne, per gli irriducibili vegetariani. Sempre per la curiosità degli excursus culinari e su come sono nate le nostre abitudini nel sederci a tavola, per i secondi piatti dobbiamo parlare della corte dei Medici, a Firenze. E anche l’introduzione della forchetta, che prima era più uno spiedo con cui trasportare il cibo dal vassoio al piatto, come elemento utile a mangiare, nei luculliani banchetti, quel tripudio di animali arrostiti, di solito ripieni l’uno dentro l’altro dal più grande al più piccolo.

Gli antipasti

Per quanto riguarda gli antipasti, Infariniamoci propone anche ricette facili e veloci estive, perché se come per il dolce abbiamo parlato di come sia importante finire un pasto con un’eccellenza, è altrettanto chiaro che anche iniziare un pasto con una leccornia sia fondamentale. Per questo ho pubblicato la ricetta per una torta rustica, la panzanella piatto povero tipicamente toscano, salvia o rosmarino fritto e un uovo in camicia con il tartufo, sicuramente l’elemento meno immediato è l’uovo incamiciato ma con le dovute accortezze diventa altrettanto facile e veloce. I Romani inventarono l’usanza dell’appetizer prima di cena detto gustatio: ostriche, polpette di pesce, ortaggi insaporiti da salse agrodolci e piccanti, salsicce, le onnipresenti uova sode e molti altri stuzzichini accompagnati dal mulsus, un vino mielato. Poi cadde in disuso con la caduta dell’Impero per tornare pantagruelico nel Rinascimento.

Spero di avervi incuriosito, la cucina è amore assoluto, anche in tempi stretti, come voglio raccontare su Infarinaimoci. Ricette facili e veloci per tutti i gusti, ricette facili e veloci perfette per le cene con gli amici, ricette facili e veloci per stupire i colleghi in ufficio. Perché dall’antipasto al dolce il sito raccoglie ricette gustose, sfiziose, leggere, per un pranzo o una cena di gusto, per stupire con poco.

[/read]

Condivisioni